L'Insufficienza Venosa

L'insufficienza Venosa è una patologia causata da un difficoltoso ritorno del flusso sanguigno dalla periferia al cuore, che si manifesta soprattutto a livello degli arti inferiori.

La sintomatologia può spaziare dal semplice gonfiore accompagnato ad un senso di pesantezza a carico delle gambe, a crampi, soprattutto notturni, fino a più severe complicanze, quali flebiti, trombosi o ulcerazioni.

La terapia varia in base alla gravità, e può andare dall'uso di integratori che agiscono sulle vene, per esempio a base di flavonoidi, alla scleroterapia in presenza di piccole varici, fino alla terapia chirurgica (per esempio in caso di episodi ricorrenti di trombosi venosa superficiale e/o ulcerazioni cutanee).

Nelle manifestazioni più lievi si possono seguire alcune indicazioni dietetico-comportamentali e ricorrere ad alcuni prodotti fitoterapici (a base di piante).

Indicazioni dietetiche

Raggiungere o mantenere un peso accettabile

Consumare 5 porzioni al giorno di frutta e verdura, privilegiando: asparagi, sedano, porri tra le verdure; agrumi, mirtilli, ananas, melone tra la frutta

Come fonti proteiche, privilegiare: pesce, carni bianche, uova, formaggi freschi

Limitare il consumo del sale da cucina e degli alimenti che lo contengono

Bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno

Indicazioni comportamentali

Svolgere regolare attività fisica

Dormire con i piedi rialzati

Astenersi dal mantenere la postazione eretta e ferma per tempi eccessivamente prolungati

Mantenere la regolarità intestinale

Per le donne: evitare i tacchi alti e gli abiti eccessivamente stretti

Evitare di esporsi al sole nelle ore più calde

Evitare di immergersi in acqua eccessivamente calda

Integrazione fitoterapica

La fitoterapia fornisce diversi fitocomplessi, da assumere sotto forma di tintura o estratto secco.

Tra le piante più indicate figurano:

Ippocastano (Aesculus hippocastanum)

Centella (Hydrocotyle Asiatica)

Pino Marittimo (Pinus maritima)

Vite rossa (Vitis vinifera var. rubra)

Pungitopo (Ruscus aculeatus)

Mirtillo nero (Vaccinium myrtillus)

Meliloto (Melilotus officinalis)

Sarà il professionista qualificato, medico o farmacista o biologo nutrizionista, meglio se in possesso di formazione in Fitoterapia, a suggerire il o i rimedi più adatti.

Bibliografia

Arcari Morini D., D'Eugenio A., Aufiero F., "Bioterapia Nutrizionale", Red!, 2004

Campagna P., "Farmaci Vegetali", Edizioni Minerva Medica, 2008

Capasso F., Grandolini G., Izzo A.A., "Fitoterapia", Springer, 2012

Schmidt, Lang, Thews, "Fisiologia Umana", V edizione italiana, Idelson-Gnocchi, 2008

Dr.ssa Maria Irene Ambrosini

Dove sono

googlemapsVia Salvatore Pincherle, 169
00146 Roma

Per contattarmi

telefono3454579509

Facebook

telefonoSeguimi anche
su Facebook

Per informazioni

(*) campi obbligatori.
FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixxRSS FeedPinterest

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.