Nutrizione, cibi ed emicrania: news dal convegno

L’emicrania, insieme alla cefalea tensiva, rientra tra i due tipi più comuni di cefalea o mal di testa, uno dei disturbi maggiormente diffusi, se si pensa che più del 90% della popolazione ha avuto almeno un attacco nella vita.
In occasione del Convegno tenutosi a Roma il 26 settembre scorso presso l’Istituto San Raffaele Pisana, dal titolo “Nutrizione, Cibi ed Emicrania”, sono state sfatate alcune diffuse credenze in merito alla relazione tra alimenti e cefalea.

Non ci sono infatti evidenze scientifiche a sostegno del ruolo del cioccolato o del glutammato nell’eziologia del mal di testa. Sembrerebbero concorrere piuttosto altri fattori legati all’alimentazione, quali una dieta basata sul consumo di carne o il digiuno.
Molto efficace nella prevenzione sembrerebbe essere la dieta chetogenica, un particolare tipo di regime alimentare basato sull’eliminazione dei carboidrati, che può essere seguito per periodi di tempo limitati e solo sotto lo stretto controllo dello specialista.
Infine, potrebbe risultare utile l’integrazione con magnesio, coenzima Q10 e vitamina B2, ed il ricorso a rimedi fitoterapici (basati su piante) come Tanacetum parthenium, naturalmente sempre su prescrizione dello specialista.

Dr.ssa Maria Irene Ambrosini

Dove sono

googlemapsVia Salvatore Pincherle, 169
00146 Roma

Per contattarmi

telefono3454579509

Facebook

telefonoSeguimi anche
su Facebook

Per informazioni

(*) campi obbligatori.
FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixxRSS FeedPinterest

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.